I controlli periodici per la manutenzione della caldaia

Cosa devi sapere per effettuare la manutenzione della tua caldaia nel modo migliore e nei tempi previsti dalla legge

 

 

Avere una caldaia che funziona in modo ottimale è garanzia di comfort, sicurezza e risparmio. Per questo motivo è molto importante attenersi alla normativa vigente (DPR 74/2013) e sottoporre il proprio impianto a controlli e manutenzioni periodiche obbligatorie per legge.

I controlli periodici sono necessari a verificare lo stato e il funzionamento della caldaia e devono essere eseguiti da tecnici abilitati, in grado di rilasciare poi il Bollino Verde o il Bollino Blu (a seconda di dove si trova l’impianto).

Vediamo quali sono le differenze tra Bollino Verde e Bollino Blu per le caldaie.

 

BOLLINO BLU

Il Bollino Blu per le caldaie è obbligatorio per tutti i comuni con una popolazione superiore a 40.000 abitanti, è di competenza del comune in cui è situato l’immobile e deve essere eseguito da tecnici abilitati.

Il Bollino Blu viene rilasciato a eseguito dei controlli sull’efficienza, il buon funzionamento, e sui fumi di scarico che non devono contenere sostanze inquinanti oltre i limiti stabiliti dalla legge.

Ai fini del rilascio del Bollino Blu il tecnico effettua:

  • Manutenzione della caldaia;
  • Pulizia del bruciatore;
  • Controllo dei fumi e della combustione generata all’interno della caldaia.

Ogni quanto deve essere deve essere fatto il Bollino Blu:

  • Ogni 4 anni per gli impianti a gas metano o GPL;
  • Ogni 2 anni per gli impianti termici a combustibile liquido o solido;
  • Ogni anno per le caldaie superiori a 100Kw.

BOLLINO VERDE

Il Bollino verde per le caldaie è obbligatorio per tutti i comuni con una popolazione fino a 40.000 abitanti ed è di competenza di Regione o Provincia.

Il bollino verde può essere rilasciato esclusivamente da tecnici abilitati e attesta il buon funzionamento dell’impianto, il suo grado di sicurezza e l’immissione dei fumi di scarico sotto i limiti previsti dalla legge.

Ai fini del rilascio del Bollino Verde il tecnico effettua:

  • Manutenzione della caldaia;
  • Pulizia del bruciatore;
  • Controllo dei fumi e della combustione generata all’interno della caldaia.

Ogni quanto deve essere deve essere fatto il Bollino Verde:

  • Ogni 2 anni per gli impianti alimentati a gas, metano o GPL di potenza tra 5 e 35 kW;
  • Ogni anno per impianti di potenza tra 35 e 350 kW;
  • Ogni 4 anni, nel caso di caldaie con potenza inferiore a 35 kW installate da meno di 8 anni.

 

Oltre al bollino blu o verde, è sempre da prevedere la regolare revisione della caldaia rispettando la scadenza indicata dal tecnico specializzato al momento dell’installazione dell’impianto e presente sul libretto d’istruzioni della caldaia.